« Torna alla lista

ANTONELLA FESTA

Nasce a Ravenna da cui apprende la nostalgia del mare, la percezione che la pienezza è sempre un po’ oltre e la gioia sempre qualcosa di così precario da non potersi permettere di lasciarla fuggire. Da quasi sempre vive a Verona, dove si può essere felici respirando la bellezza e l’arte. Non sono solo idilli quelli che scrive: talvolta il peso della vita si aggruma in parole che reggono fragili l’immenso edificio delle emozioni. Ora, non più ragazza, legge il tempo con maggiore distacco, ma la nostalgia la abita e, leggendola, a tratti vi si trova quiete mista ad una matura malinconia, un saggio e disincantato meditare sulle opere e i giorni. Insegna, non tanto la letteratura, quanto l’amore per ciò che della vita si può nascondere tra versi e le pagine dei libri.

01 FINESTRE SPALANCATE Bagliori di luce
02 L'anno della pioggia
03 Finestre spalancate (in memoria di Cristina)
04 Note di versi
05 Tela d'amore
06 Il ragazzo che non aveva mai visto il mare
07 Pensieri arruffati