« Torna alla lista

Aurora Fenocchio

«Sono fatta delle goccioline sospese nell’aria di quell’aurora di cui porto il nome, sono il piede che batte sul pavimento nell’attesa di ciò che i miei pochi inverni non definiscono di me, né, spero, avranno mai la pretesa di definire».

01 Non domandare come stai
02 Un battito che non è più
03 A Luca
04 Sfumi come sfumano
05 Non so chi oggi me lo fa fare
06 Come un paio di cellule
07 Languida brezza di polvere d’oro