« Torna alla lista

Franco Fedele

(04/10/1963) Riapproda alla poesia, dopo un percorso formativo tra scuola superiore e università, in varie discipline, spaziando dalla meccanica all’architettura, passando in esperienze creative nei due ambiti anche con diversi brevetti. Da sempre sensibile all’arte in tutte le sue forme, sperimenta creazioni pittoriche in acquerelli e rudimentali sculture con materiali alternativi, soffermandosi nelle più amare, disperate e ora forse mature considerazioni della vita, tradotte in versi.

01 D’incanto
02 Gli agrumi alla mia terra
03 Alla “mia” Nizza
04 Proverbio marinaro
05 Riflessioni a Sperlonga
06 Vecchio
07 È perché ti amo
08 Guerra o pace
09 Percorsi d’amore
10 Vita grama
11 Imprevisto
12 Luce d’amore
13 Madri
14 Amico sincero
15 Inutile tempra
16 Solitudine
17 Amore
18 Dolce sorriso
19 Budini danzanti
20 Gioia d’amore
21 Insonnia d’amore
22 L’amico
23 Saggezza senile
24 Il paesino dell’amore