« Torna alla lista

Giovanna Venditti

«Ogni tanto mi piace giocare con le parole, a volte è quasi come risolvere un sudoku, altre volte è la cosa più vicina a una “peak experience” che conosco; spesso, più o meno consapevolmente, rimescolo materiali di altri, spero senza far loro troppo torto (qui Morgenstern e Saffo)».

01 “Tu” era il nome che ti davo, amore,
02 Sulle labbra l’impronta dei tuoi denti
03 Stai sulla soglia del mio sogno e vegli,
04 È dentro di sé che il poeta sente
05Reagisce l'ostrica alla malattia
06 Afrodite torreggia sul suo trono
07 Mi stenderò sotto un ciliegio in fiore