« Torna alla lista

KATINKA BORSÁNYI

Laureata in Filologia Moderna Italiana a Pécs, nel 2000 si è trasferita nella Marca Trevigiana. Dopo il libro di prosa scritto in ungherese, Lettere dal Veneto, ha pubblicato tre raccolte poetiche, rispettivamente Grembo di luce (Albatros), Sono tua (Fede&Cultura) e Cantici (autoproduzione). È autrice del monodramma sulla vita di S. Elisabetta d’Ungheria che ha portato in scena per alcuni anni. Far uscire la poesia dai libri durante le sue performances e le serate di reading per comunicare attraverso la forma sintetica ed intensa dei versi è il suo modo di esprimersi più confacente come ad esempio nel caso del Cantico del misero, ghirlanda di monologhi scritti in versificazione teatrale. Svolge anche attività di traduzione poetica. È Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana.

01 NATURA VIVA Aprile fonosimbolico
02 Libreria Acqua Alta
03 Susino in fiori
04 Ode al Monte Grappa
05 Parlami, terra
06 Ode all'acqua
07 Germoglio all'alba