« Torna alla lista

LUIGI MARIO

Nato a Firenze il 15/4/1943 (sotto le bombe) è sempre vissuto a Firenze, dove esercita la professione di avvocato. Studi classici e poi la Facoltà di Giurisprudenza. Ha sempre coltivato studio scientifici, di fisica e di filosofia. Si è interessato a studi teologici (ha effettuato le scuole medie ed il ginnasio presso le Scuole Pie e sulla sua scrivania è sempre presente il Diario dell’Esodo di Padre Ernesto Balducci). Ha scorso ampiamente la letteratura italiana e mondiale, della quale ha un significativo campione nella sua biblioteca. Poeti italiani e francesi, letteratura europea e russa (in grande considerazione Pasternak; Bulgakov, Gogol). Nel poco tempo che gli lascia la professione scribacchia qualcosa, specie poesie, ma anche una serie di raccontini che ha tenuto sempre nel cassetto e che sono di vecchia data. Tra i poeti italiani, oltre ai classici, ama Quasimodo, Saba, Montale, Ungaretti e la pioggia nel pineto di D’Annunzio, e rilegge volentieri Carducci e Pascoli. Ed altro, quando può.

01 Totò
02 Rose di maggio
03 Quel che rimane
04 Mercatino
05 Amaro
06 Suonatore di tromba
07 Il re e la moneta