« Torna alla lista

MARILENA SALVAREZZA

Nata a Predosa, Alessandria, vive da molti anni a Milano. Lavora in ambito formativo e culturale. È stata insegnante, formatrice, responsabile del settore educativo di una ONG, collaboratrice editoriale in ambito storico e letterario. Presso la Casa delle donne di Milano si occupa della presentazione di libri in prosa e poesia e tiene un gruppo di lettura. Ha pubblicato due raccolte poetiche: Bacche d’oro e spini (2012) e Smarrimenti (2013). La poesia di Marilena Salvarezza nasce dal desiderio di fissare, con le immagini, l’istante in cui nella datità scontata delle cose, si aprono “momenti di essere” e si intravedono altre realtà possibili. Così per un attimo gli umani si mostrano nella loro nudità, la natura nella sua bellezza primigenia e il dolore si trasfigura. Il prisma della nostalgia e del ricordo salva il passato e lo illumina. Così l’effimera esistenza può essere accettata.

01 Mani asserragliate
02 Vite bruciate
03 Madre dove sei
04 Metamorfosi
05 Passato in rosso
06 Anime volanti su tela
07 Goccia provvisoria