« Torna alla lista

MASSIMO SERGIO

Compone le sue prime poesie all’età di circa 15 anni (1961) e da allora non ha mai smesso di scriverne seppure alternandole a periodi di otium creativo o altra attività. Pubblica nel 1975 l’unica sua silloge poetica giovanile (“Passato prossimo-futuro semplice” – Editrice Meridionale/Roma). A diciotto anni (1964), inizia la sua attività teatrale con la “Compagnia dei Giovani” di Gian Carlo Riccardi. Negli anni Ottanta ne costituisce una propria, “I Filodrammatici”, mettendo in scena testi di Tedeschi, Pirandello e Martucci, con ampi consensi di pubblico e di critica. Attività teatrale ch’egli svolge ancora a livello amatoriale. Dal 2007 è iscritto all’Albo dei Giornalisti/Pubblicisti e collabora come caporedattore sul periodico mensile “Flash magazine”.

01 Agli scavi di Velia
02 Falò d'Agosto
03 La vecchia solfa
04 L'improvviso sorriso
05 Marina di Ascea
06 Mors
07 Paese
08 Piccolo ricordo