« Torna alla lista

MATTEO MAZZONI

È nato a Firenze il 7 settembre 1970 e dal giugno 1971 vive a Scandicci (FI). Ha fatto studi linguistici fino alla laurea in Lingue e Letterature Straniere con una imponente tesi sulle fiabe comiche e avventurose della raccolta Afanas’ev e il folclore russo. Ha iniziato a fare molte cose senza poterne o volerne di fatto concludere alcuna: è stato seminarista e missionario laico, libraio, promoter, traduttore e interprete a tempo fin troppo determinato, smistatore di posta e bracciante stagionale (non necessariamente in questo ordine, né in ordine inverso) ed è attualmente più o meno disoccupato. Scrive senza alcuna continuità – ci mancherebbe altro – dall’età di 16 anni (trascurando, forse a torto, alcune sue esperienze infantili). Più per pigrizia che per idealismo si è sempre dato abbastanza poco da fare per pubblicare i suoi scritti, alcuni dei quali sono usciti sparsi in riviste universitarie e non e in un blog in cui non scrive da tempo e che si trova nel cimitero degli elefanti di Internet all’indirizzo http://matteobloggato.blogspot.com/ (per non perdere tempo, o meglio per perderlo con i suoi scritti si consiglia di cliccare sulle voci “Poesie” e “Racconti” della sezione “Etichette” e leggere solo il materiale non firmato).

01 Al vuoto nel mio cuore
02 Qualcosa che rimane
03 Non gettate le perle ai porci
04 Le tue malinconie
05 In forma di Haiku 15 A
06 In forma di Haiku 42 A
07 In forma di Haiku 45 A