« Torna alla lista

Mauro Costa

(Torino, 24/04/1961) Già in giovane età si pone delle domande esistenziali, cercando di dare delle risposte attraverso le sue poesie, con la ricerca continua di quel pensiero, che tra osservazione acuta e fatalismo ha sempre accompagnato il suo pensiero nel tempo, quasi a siglare una convinzione, cioè che l’uomo è fondamentalmente un essere infinito e senza tempo, la mente come essenza di ogni dinamica fisica e intellettuale tesa al suo compimento.

01 Volpe d'argento YouTube
02 Colsi invano YouTube
03 Cuor che splende YouTube
04 Di cantico regale YouTube
05 Fiore in campo YouTube
06 Le tue mani YouTube
07 Parole amare YouTube