« Torna alla lista

NICOLETTA MANETTI

Nata a Firenze, avvocato, si dedica con passione alla scrittura. Ha pubblicato per la poesia la silloge “Confidenze a un canarino” (Teseo 2013) e partecipato a varie antologie, tra cui “Gigli di mare”(Il Foglio 2018), “Sinfonia per San Salvi” (Il Foglio 2020), ottenendo diversi premi e riconoscimenti. Per la narrativa, con il romanzo “VICO” (SoleOmbra 2015) è stata finalista al premio Giovane Holden 2017 e Rive Gauche 2017. Ha inoltre partecipato a varie antologie, tra cui “Confessioni e battaglie” (SoleOmbra 2019) e “La scia nera” a cura di Marco Vichi (TEA 2019). Fa parte dell’Associazione “Semicerchio”, rivista di poesia comparata, e del Gruppo Scrittori Firenze.

01 da Dizionario paziente
02 Era aperta la porta della gabbia
03 È rimasta un pò di luna stamattina
04 Attraverso la vetrata
05 Fradicia notte di boati
06 Sventolano panni, non scuotono briciole
07 Da giorni la cercavano nei pozzi,
08 Dietro il muro dei capperi
09 In treno per Marradi
10 da Sopra l'erba ad asciugare
11 Devo ricordarmi
12 Ho molto da fare oggi
13 Ora che ho detto fine a vuote liturgie