Angela Bini

Poesie


INVIDIA

(breve racconto)

Il giorno che nacque lnvidia ,una bambina bellissima destinata a diventare una bellissima ma infelicissima donna, tutti furono invitati ad ammirarla e a darle il “ben venuta al mondo” .Entrati però nella camera dove giaceva in un lettino confortevole e colorato ,gli invitati furono attratti da un sole che mai come quel giorno brillava in un cielo meravigliosamente azzurro ma che a fatica, attraverso una finestrella, riusciva ad entrare in quel luogo dove già un sole brillava .Invidia ,pur così piccola provò sdegno e si sentì rodere dal suo stesso nome che da quel preciso istante diventò la sua condanna. Non riuscì più a riposare, nè a godere delle sue beltà,e passò tutta la sua vita a guardare fuori da quella finestrella preoccupata di un sole che brillò sempre più di lei.

GENEROSA ARTE

(breve racconto)

Un fiume che straripa rende fertili i terreni circostanti e l’arte è il fiume che più si riempie d’acqua durante il suo percorso. Pioggia di idee e mille emozioni sono essenza di quell’acqua che sa di fiume ma pure che ghiacciai inondati dal sole dell’ispirazione che li sciolse. Quando il fiume dell’arte si gonfia, non è mai per boria, ma solo per un progetto più grande del suo letto. Ed è allora che l’arida terra che vive ai margini dell’estro, approfitta per bagnarsi e dar vita a sé stessa, anche se vita breve, perché tale è la l’esistenza di chi attinge per produrre quel che già fu prodotto o semplicemente creato. Poi il fiume dell’arte giunge al mare e lì, se apparentemente muore, rinasce. Si mescola col cielo, si tinge di tramonti e nostalgici ricordi; s’illumina di aurore che sanno di speranza e prende ancora il volo attraverso una montagna che formerà un ruscello così infinitamente grande da essere già fiume di acque generose se ancora nutriranno quell’arte che tutti imiteranno.

PARTENZE

(poesia)

Sono lettere spedite a mittenti inesistenti
le partenze di chi ha avuto solo giorni deludenti.
Sono abiti indossati con l’indifferente fretta
di chi ha solo da arrivare
e non sa cosa indossare
per salire su quel treno
ch’è il suo cuore senza freno.